Hotelpostamarcucci.it non è più qui. Invece, prova postamarcucci.it.

Alla scoperta della Val d'Orcia

Non si può dire che sia sconosciuta - dopotutto alcune delle località più conosciute e visitate della Toscana sono in Val d'Orcia - ma è pur vero che questa zona del centro Italia è molto sottovalutata, pur essendo patrimonio dell'Unesco. Sarà perché il turista medio l'attraversa di corsa, attirato dai suoi punti di interesse più noti: Montalcino, Pienza, magari le terme di Bagno Vignoni... Ma non c'è solo questo!

Innanzitutto, di cosa si parla quando si parla di Val d'Orcia? È quella fetta della Toscana all'incirca incastrata tra Grosseto e Siena, caratterizzata per lo più da natura incontaminata - dove spiccano cipresso e ulivi -, oltre che da pochi e piccoli stanziamenti urbani. I comuni più importanti oltre alle grandi città appena nominate sono Montalcino, Montepulciano, San Quirico d'Orcia, Abbadia San Salvatore.

Bella da vedere... e da assaggiare

Oltre ai centri principali, meritano l'attenzione dei viaggiatori Radicofani, Sarteano, Castiglion d'Orcia, Castiglioncello del Trinoro o l'Abbazia di Sant'Antimo con i suoi canti gregoriani. Al di là della reputazione internazionale dei suoi vini o del celebre pecorino di Pienza, uno dei percorsi più interessanti in Val d'Orcia è quello del gusto: dai pici ai fegatelli, dalle lumache di San Quirico alle copate, l'intera regione è ricchissima di specialità che già oltre provincia sono difficili da reperire... e assai più costose!

Come raggiungerla

Si arriva in Val d'Orcia seguendo la via Cassia oppure l'autostrada A1 almeno fino a Chianciano Terme. Naturalmente chi non guida vorrà approfittare del servizio messo a disposizione da Trenitalia, con collegamenti per Siena e Grosseto. Diverse compagnie di autobus permettono di arrivare nei centri più piccoli. E ai camminatori va ricordato che un tratto consistente della via Francigena passa proprio di qui...